Questa la faccio in italiano

Questa la faccio in italiano

Quando sono stata a Roma coi miei genitori ho visitato molti posti. Siamo stati undici giorni e incominciammo coi Fori Romani, i Musei Capitolini (perché sono due uno da fronte al altro) dove si trovano i più importanti vestigi della Roma antica.

Mi ricordo di intrare al Colosseo ed avere qualche pensiero di strano mentre ricordavo come secoli fa lì c’erano persone sulla terra che dovevano combattere per le sue vite (oppure correre a provare di affaticare i leoni…).

Sono stata al Pantheon, alla Fontana dell’Acqua Paula, al Trastevere a vedere la tomba di santa Cecilia, alle catacombe dove il bambino Tarsicio fu portato a scondersi dei romani antichi (quelli che erano pazzi da… sempre) che cercavano cristiani quando nessuno credeva in Gesù.

Ho mangiato in qualche ristorante vicino al Mercato dei Fiori, alla Piazza Navona a vedere la Fontana dei Quattri Fiumi (che era in restauro), e la chiesa de sant’Agnese in Agone. Ho visitato Villa Borghese (col palazzo dove si trovano le statue di Giuseppina Bonaparte, il Davide di Bernini e Apolo e Daphne [che se non si vede non si crede]), il museo Doria Pamphili, la chiesa di san Andrea, l’ara Pacis, i Musei Vaticani, la Basilica di San Pietro, la catedrale di San Giovani Laterano, la chiesa di san Carlino alle Quattro Fontane, il Palazzo del Quirinale, e tanti altri posti.

Ma la parte che non ci crederete è questa che vi raconto adesso…

Quando sono stata a vedere la Fontana di Trevi, il posto era riempito di turisti e da subito una procesione di monachi del hare krisna tutti vestiti colle tuniche in arancione che si trovavano lì in viaggio pasarono facendo una pasegiata, proprio da fronte alla fontana, ma questo non è tutto… qualche minuto dopo i carabinieri pasarono correndo a prendere due uomini che correvano davanti di loro con qualche cosa di contrabbando.

Dopo avere visto questa scena colorita, mi sono portata a vedere il colore del fiume Tevere, che quel giorno aveva un colore verde acquamarina e pasava come da migliardi di anni in mezzo a Roma, persistente e stanco di verede come la città cresce e cresce, finchè, lui, il fiume Tevere dissi ” è abbastanza ed adesso cresco io”.

Acerca de María Cristina Alonso Cuervo

I am a teacher of English who started to write this blog in May 2014. In the column on the right I included some useful links and widgets Italian is another section of my blog which I called 'Cornice Italiana'. There are various tags and categories you can pick from. I also paint, compose, and play music, I always liked science, nature, arts, language... and other subjects which you can come across while reading my posts. Best regards.
Esta entrada fue publicada en Cornice italiana, Italiano, Songs, Uncategorized, Video. Guarda el enlace permanente.

Click below (you can make a comment also through Google +)

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Cerrar sesión / Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Cerrar sesión / Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Cerrar sesión / Cambiar )

Google+ photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google+. Cerrar sesión / Cambiar )

Conectando a %s